IL PRESIDENTE BUSH VUOLE BOMBARDARE TORINO!


 Avrebbe le prove che in una fabbrica torinese si stia ricostruendo la DUNA


WASHINGTON - Il presidente americano George W.Bush chiederà al Congresso degli Stati Uniti di poter usare la forza contro la città che, secondo inconfutabili prove provenienti dai satelliti spia, si sta organizzando per produrre la terribile auto. Poche paginette con cui chiederà ai parlamentari americani la "massima flessibilità" di azione per fermare l'insano proposito. La richiesta di autorizzazione è contenuta nella bozza di risoluzione che Bush s'appresta a trasmettere al Congresso. E cammina in parallelo all'azione diplomatica del segretario di Stato Colin Powel, che sta tentando di convincere il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite a una risoluzione contro la fabbrica di automobili torinese. Il presidente americano ha chiesto di inviare a Torino dieci meccanici di fiducia della Casa Bianca per ispezionare le catene di montaggio, immediatamente la diplomazia si è impegnata ad accordarsi sulle spese di trasferta.


IN  ESCLUSIVA  TUTTE  LE  FOTO   CHE  DIMOSTRANO  CHE  BUSH  HA  RAGIONE!


Ecco la prima allarmante foto ricevuta dal satellite! E' evidente che il prototipo a terra, che i due tecnici Michele e Donatello stanno ricoprendo di una speciale vernice che la renderebbe invisibile ai satelliti, è proprio quello di una Duna 60. E' questa immagine che ha convinto il Presidente Americano di dovere a tutti costi bombardare il capoluogo piemontese.
- "Il mondo intero è in pericolo, non possiamo continuare a fare finta di nulla" - Ha detto Bush.

Il motore 1300 della nuova Duna. Il satellite con i suoi potenti mezzi ne ha catturato la sconcertante immagine proprio quando la Duna si trovava con il cofano anteriore aperto. Due candele NGK di seconda mano sembra che siano il segreto del nuovo propulsore. La nuova Duna farà, grazie ad alcuni accorgimenti tecnici e alle nuove tecnologie acquisite, anche cento chilometri alla volta senza aver bisogno del meccanico.

Gli interni dell'agghiacciante automobile rigorosamente in cartone riciclato e il volante anatomico disegnato direttamente da un contorsionista del circo Togni. La bassa risoluzione del satellite non rende merito alla bellezza del cartone rigorosamente selezionato e proveniente perlopiù da imballaggi di marche prestigiose. Forse prevista una versione più economica con cartoni dei senzatetto.

Ancora una immagine che la dice lunga sul nuovo pericolo Duna che starebbe per abbattersi sull'intera umanità. In gran segreto i tecnici torinesi lavorano giorno e notte al progetto Duna e George W. Bush ha fatto sapere chiaramente che non intende fidarsi delle dichiarazioni provenienti dalla nota casa automobilistica. "Stiamo solo preparando un costume per carnevale!" avrebbero dichiarato i dirigenti piemontesi, ma il presidente americano non ci crede.

Mostruosa! La Duna così com'è, ripresa senza filtri dal satellite americano. Ecco spiegato l'invito di Bush alla comunità internazionale, "a muoversi in modo deliberato e determinato a rendere chi vorrebbe produrre la Duna responsabile delle proprie azioni". Dunque "le giuste richieste di sicurezza devono essere soddisfatte, o l'azione sarà inevitabile". Anche perché se la produzione della Duna non sarà fermata, "l'equilibrio mondiale è a rischio".

www.fiatduna.it ringrazia Michele e Donatello di Rovereto che hanno permesso la pubblicazione delle agghiaccianti fotografie di questo servizio