HOME | DUNAFELPA | DUNAMODELLO | DUNAPAD | DUNACAM | DUNAMP3 | DUNATEST | DUNAQUIZ | DUNAWAR | DUNABANNER

titolo_sem.gif (15801 byte)

Protettore della Fiat Duna, (degli spinterogeni e dei catarifrangenti) 

sem_tt.gif (66353 byte)

  La nascita 
S. Emigliano nacque il 15, il 16 e il 17 maggio...
La vita
S. Emigliano crebbe covando un profondo risentimento per il mondo intero.
A otto anni era un bambino cattivissimo e andava compiendo azioni inenarrabili.
La conversione
Ma una notte accadde l'impossibile.
S. Emigliano (ormai diventato adulto)...
I miracoli
Molti furono i miracoli attribuiti al Santo della Duna, ma noi ricorderemo solo i più famosi, come il "miracolo degli alzacristalli" o quello delle "nozze col cane"...
Nella foto la cappella dove sono raccolti i resti della Duna del Santo

LA NASCITA

neonato.gif (1629 byte)S. Emigliano nacque il 15, il 16 e il 17 maggio, infatti in quel tempo i neonati venivano registrati all'anagrafe in tre giorni diversi e su tre diversi registri, così in caso di terremoto o di altra calamità naturale c'erano più possibilità che un registro potesse salvarsi. A casa però veniva festeggiato il 18 maggio perché la speciale torta che la mamma era solita preparargli, aveva bisogno di 4 giorni di lievitazione (più un ora per montare la panna).

Questo procurò non pochi problemi al piccolo Emigliano che piangeva in silenzio sotto il tavolo della povera cucina e meditava la sua atroce vendetta... 

LA VITA

S. Emigliano crebbe covando un profondo risentimento per il mondo intero.
A otto anni era un bambino cattivissimo e andava compiendo azioni inenarrabili.nero.gif (1758 byte)

A volte prendeva dei canarini (sette o otto) e li metteva tutti in fila, poi con la mountain byke lanciata al massimo gli passava a tanto così dalla coda e, proprio mentre i piccoli pennuti credevano di averla scampata e stavano tirando un sospiro di sollievo, lui tornava indietro e con il copertone anteriore gli acciaccava le unghiette delle zampe.

Un altro dei giochi che gli piaceva fare era di sputare sulle braccia delle bambine con la scusa di attaccargli i tatuaggi della "Carica dei 101".
 passero.gif (2442 byte)

In inverno, quando fuori la neve era alta e tutto appariva gelato, era solito mettere sul davanzale delle briciole di pane raffermo per i poveri passerotti tremanti, solo che le metteva all'interno e gli uccellini davano delle grandi testate ai vetri delle finestre nel tentativo di beccare il cibo.

LA CONVERSIONE

Ma una notte accadde l'impossibile.
S. Emigliano (ormai diventato adulto), spossato dalla lunga giornata trascorsa a metter petardi tra le zampe dei gatti e a tagliare code alle lucertole, si era addormentato, dimenticandosi come al solito di spegnetv.gif (1578 byte)re la televisione che aveva ai piedi del letto. Durante il sonno andò in onda la pubblicità della Fiat Duna, per un guasto tecnico la pubblicità fu ripetuta un numero infinito di volte perchè l'operatore di Telemaremma al primo passaggio del breve filmato ebbe un malore e svenne.

La mattina successiva il dramma era compiuto.
S. Emigliano si svegliò con un grande cerchio alla testa e con lo sguardo seminebetito, baciò la mamma, il papà e la nonna, regalò tutto ciò che possedeva ai poveri (compreso il cellulare nuovo con batteria e caricabatteria da tavolo), entrò da un concessionario Fiat e acquistò la prima Fiat Duna prodotta!

Dato che la Duna (da subito) presentò dei trascurabili problemi di accensione, S. Emigliano diventato ormai lo zimbello del paese, prese a vivere all'interno della sua Duna su di un piccolo monte che sovrastava il paese che lo aveva visto nascere, in modo che all'occorrenza potesse sfruttare la discesa per avviare la macchina.

autobus.gif (1275 byte)Questa vita da eremita incuriosì non poco gli abitanti della zona e dei paesi limitrofi che iniziarono ad organizzare delle gite con pullman a 19.900 lire compreso il pranzo e un thermos in omaggio, per andare a visitare il Santo nella Duna.

I MIRACOLI

 

  Molti furono i miracoli attribuiti al Santo della Duna. Tra i più significativi ricorderemo:

  Le nozze col cane

In quel tempo S. Emigliano venne invitato da alcuni amici a far da testimone alle loro nozze. La mattina nella quale doveva svolgersi la cerimonia la Duna del Santo si fermò seicentotrentanove volte in un percorso di sette chilometri e il Santo arrivò al matrimonio che erano le due e mezza di pomeriggio. Quando giunse presso di loro gli sposi bastonarono fortemente il Santo e tutti gli invitati a turno sputarono sul parabrezza della Duna e diedero dei sonori calci sulle portiere e ai fanalini posteriori e anteriori fracassandone alcuni.

Il Santo rimasto sanguinante in terra, vedendo la folla defluire dalla chiesa disse: "E il pranzo?"
I novelli sposi lo guardarono e risposero: "Ma quale pranzo! E' già un MIRACOLO che ti abbiamo lasciato vivo!" e lo lasciarono a mangiare con il cane.

E questo fu uno dei primi miracoli ai quali abbiamo assistito.

  Alzacristalli

In quel tempo faceva un caldo che i pneumatici della Duna rimanevano incollati all'asfalto e il Santo circolava con i vetri completamente serrati per via di un lievissimo guasto all'impianto elettrico.

battery.gif (2096 byte)Improvvisamente per errore fu urtato uno degli interruttori che la Fiat aveva posto in posizione anatomica sul fianco interno della portiera ma mezzo metro più indietro del normale, così che fossero accessibili solo da uno sparuto numero di lavoratori del circo di Darix Togni.

Il finestrino calò lentamente non senza cigolii e rumori sinistri.

Tutti gridarono al MIRACOLO e i più devoti al Santo (che viaggiavano sul sedile posteriore) scesero a spingere.

  La spinta

In quel tempo tutti si erano rotti le palle di spingere e la macchina per una volta si mise in moto girando la chiave.

Questo fu un vero miracolo MIRACOLO.

  La povera bestia

In quel tempo il Santo aveva un cane che si chiamava Gianni.cane.gif (2339 byte)

Il cane era affettuosissimo ma si vergognava di farsi vedere in giro sulla Duna.

Una volta pur di non fare la pipì sulle ruote della Duna la trattenne per sedici giorni  e fu un vero MIRACOLO che non esplose.

(N.B.: il Sindaco aveva fatto scrivere in tutti i parchi e ovunque ci fossero alberi: "Vietato portare a pisciare i cani").

  Le luci

In quel tempo S. Emigliano stava percorrendo di notte a trentasei chilometri all'ora l'autostrada. Improvvisamente si fulminarono contemporaneamente tutte le luci della Duna e il Santo non ci vide più e andò fuori strada ammaccando tutta la fiancata grigio metallizzato.

Fu un vero MIRACOLO che il giorno successivo non portò la Duna in una officina autorizzata Fiat!

uccellaccio.gif (3174 byte)In realtà un grosso uccello notturno (che viveva solo in quel tempo), schifato nel vedere la sagoma della Duna dall'alto, gli aveva fatto una grossa cacca sul parabrezza oscurandogli la vista.

Quest' uccello si estinse morendo di crepacuore all'uscita della Fiat Palio

Siete a conoscenza di qualche miracolo compiuto dal Santo protettore della Duna (degli spinterogeni e dei catarifrangenti)?

Scrivete a:
I SEGUACI DI S. EMIGLIANO PROTETTORE DELLA DUNA
(degli spinterogeni e dei catarifrangenti)

Saranno pubblicati su queste pagine (ma solo dopo aver controllato che sia tutto vero!).

 

Ogni riferimento a Santi e automobili veramente esistite è puramente casuale.

Duna è...